Capo d'Orlando
   
Home

Orlandina Basket

My status Chat with me Skype Me™! Add me to Skype Send me a file

- Benvenuti - orlandini connessi 1

Turismo
Home Foto  Chat Forum Cartoline Amicizia Storia Orlandini Visitatore
Turismo Pescaturismo Storia Mappe Sport Karate Telefoni utili Links- Estate Luglio
Estate Luglio Carnevale '04 Teatro '04 Teatro '05 Spettacolo Forum Bkt Sfondi P.Dino Sw.Ananda

CASE VACANZE A CAPO D'ORLANDO clicca qui!

   SocialTwist Tell-a-Friend

79° anniversario dell’Autonomia da Naso - mercoledì 13 agosto 2008 at 08.28
Capo d’Orlando ha ricordato oggi il 79° anniversario dell’Autonomia da Naso, conquistata nel lontano 1925. Con una cerimonia semplice e sulle note della Banda musicale “Città di Capo d’Orlando”, il sindaco Massimo Carrello, accompagnato dal vicesindaco Salvatore Mantineo e dagli altri assessori, ha deposto tre corone di alloro ai monumenti dedicati ai Padri dell’autonomia: Ernesto Mancari, Cono Micale Alberti e Francesco Paolo Merendino. Presenti alla cerimonia, oltre ad una cinquantina di cittadini orlandini, anche gli ex sindaci Nino Messina, Giuseppe Antillo e Francesco Galipò, i rappresentanti delle forze dell’ordine, le rappresentanze di alcuni istituti scolastici.
Breve ma incisivo l’intervento del sindaco Carrello che, dopo aver iniziato a leggere alcuni appunti, ha preferito proseguire a braccio. Il primo cittadino - pur sottolineando la coincidenza con una giornata lavorativa - ha comunque lamentato il fatto che Capo d’Orlando non sente più nel modo dovuto l’importanza di questo giorno. «L’Autonomia è una bella cosa - ha detto Carrello - ma forse non tutti l’apprezza no fino in fondo». Ed ha proposto ai dirigenti scolastici di avviare un percorso culturale per far riscoprire ai ragazzi la storia del loro paese.
Carrello ha inoltre ribadito di non aver dimenticato Naso, cittadina della quale Capo d’Orlando faceva parte e con la quale si vuole continuare a dialogare e cooperare. «L’importante - ha però sottolineato Massimo Carrello - è che il dialogo sia reciproco e non unilaterale». Agli orlandini, invece, il sindaco ha detto chiaramente di «continuare a guardare avanti in quest’ottica di sviluppo avviata da anni». A conclusione del suo intervento tenuto accanto al busto di Ernesto Mancari, nella Villa Europa, il primo cittadino - oltre ad un sentito «grazie ai Padri fondatori» - ha voluto ringraziare «tutti coloro che hanno consentito a Capo d’Orlando di essere la cittadina che oggi è».

.................................................................


Ho evidenziato alcune parole perchè non è vero che i tre personaggi indicati nell'articolo sono i padri dell'autonomia, in quanto i personaggi effettivi sono:
BASILIO CONFORTO,
Avvocato ERNESTO MANCARI,
PAPARONE PAOLO,
Maestro MICALE CONO DI FRANCESCO (ALBERTI),
Ragioniere FRANCESCO MOLLICA.
I monumenti presenti nelle aree antistati il Municipio che si riferiscono agli autonomisti sono DUE:
ERNESTO MANCARI
MICALE CONO ALBERTI.
- MERENDINO NON C'ENTRA NULLA.

Mi permetto di dire che le notizie storiche su Capo d'Orlando riportate dai vari organi di informazione in grandissima parte inesatte e imprecise. E a Scuola cosa insegnano sulla storia del paese ?

Ritenendo di fare cosa gradita nel mettere in guardia per il prossimo 27 settembre (ricorrenza dell'84° anno di autonomia) su eventuali altre notizie inesatte, resto a disposizione per chiarimenti su qualsiasi periodo storico.

12 agosto 2008 Carmelo Caccetta

Prima pagina - Stampa - Home

  SocialTwist Tell-a-Friend


Copyright © 2001 orlandino.it. Tutti i diritti riservati
Webmaster e designer